Stampa questa pagina  Segnala questa pagina

Fattura sintetica 2.0


Luglio 2018  -  Utilità

 

E' sostenibile e promette maggiore trasparenza e chiarezza. Vediamola nel dettaglio.

Più semplice, più comprensibile e più breve: è questa la promessa della bolletta sintetica 2.0 che sostituisce la precedente per famiglie e piccole imprese. Ad essa va inoltre il merito di permettere un maggiore risparmio di carta, a tutto beneficio dell’ambiente. Vediamo nel dettaglio voci e caratteristiche.


Che cos’è?
E’ una semplificazione introdotta dall’ARERA con il preciso obiettivo di rendere maggiormente comprensibili le voci di costo, semplificandone la lettura anche attraverso l’impiego di una interfaccia grafica e diagrammi a colori.

Utilità - Fattura sintetica 2.0


Quali sono le voci della bolletta sintetica?
La nuova bolletta rinomina i vecchi “servizi di vendita” prevedendo la voce “spesa per la materia energia/gas naturale”. Tale voce, per il settore elettrico, comprende i costi relativi all’acquisto dell’energia, al dispacciamento ed alla commercializzazione al dettaglio; mentre, per il settore del gas naturale, comprende l’approvvigionamento all’ingrosso della materia prima, la commercializzazione al dettaglio e gli oneri di gradualità. Un’ulteriore rinomina riguarda poi i "servizi di rete" che nella 2.0 sono indicati come "spesa per il trasporto e la gestione del contatore" e corrispondono alla quota della spesa per far arrivare la luce ed il gas fino alle nostre case e per la gestione del contatore.


La fattura sintetica esplicita poi la “spesa per gli oneri di sistema”, prima compresi nei vecchi “servizi di rete”, rendendo immediatamente comprensibile un costo che, nel caso della bolletta elettrica, pesa per circa il 25% del totale.


La bolletta 2.0 indica poi la presenza di eventuali “ricalcoli” nel caso in cui ci siamo vecchi conguagli in grado di determinare addebiti o accrediti ed “altre partite”, in caso di doppia fatturazione o interessi di mora o per l’assicurazione dei rischi nel caso del gas metano.
A chiudere la bolletta è infine l’indicazione delle imposte applicate all’energia elettrica o al gas e l’applicazione dell’IVA.


Nella bolletta 2.0 è evidenziato il costo medio unitario, che cos’è?
Il costo medio unitario è relativo sia all’importo totale della bolletta che alla voce materia energia o gas naturale e viene calcolato come il rapporto tra il totale da pagare (o l'importo relativo solo alla materia energia/gas naturale) ed i consumi fatturati. La sua unità di misura è euro a kilowattora (€/kWh) per l'energia elettrica e euro a standard metro cubo (€/Smc) per il gas. Tale valore è stato introdotto nell’ottica di offrire una maggiore trasparenza all’interno della bolletta.


Per ogni ulteriore chiarimento o approfondimento puoi sempre rivolgerti al nostro Servizio Clienti, attivo da rete fissa dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 20.00 al numero verde 800 94 39 39. All’altro capo del filo troverai un professionista preparato in grado di aiutarti nella comprensione della tua fattura.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Invialo ai tuoi contatti Segnala questa pagina

 

e condividilo attraverso i nostri social

 

 

 

Inviaci un commento

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:



«Torna indietro

NEWSLETTER

Ogni mese novitą e approfondimenti utili sul mercato e su Utilitą

SERVIZIO CLIENTI

Un numero gratuito per assistenza sui servizi online, chiarimenti amministrativi e informazioni commerciali dedicate a Clienti, fornitori, partner e alle aziende interessate a diventarlo.
800 94 39 39
(da lunedì a venerdì,dalle 8 alle 20)

Se non sei ancora nostro Cliente scopri i prodotti e servizi di Utilità >

FORNITORE UNICO

Scegli Utilità per la tua fornitura di elettricità e gas.
Scopri l'offerta elettricità >
Scopri l´offerta gas >

CONVENZIONI

PARTNER

Utilità vuole potenziare la propria struttura commerciale.
Per saperne di più clicca qui >

NEWS CORRELATE

A fondo pagina trovi gli altri articoli correlati pił letti.
 
 

Bookmark and Share