Stampa questa pagina  Segnala questa pagina

Efficienza energetica, accordo Ue per obiettivo del 32,5% al 2030


Luglio 2018  -  Utilità

 

Un nuovo obiettivo dimostra l’alto livello di ambizione in tema energetico dell’Unione Europea, ecco che cosa comporta.

Il 19 Giugno scorso la Commissione, il Parlamento ed il Consiglio europei hanno raggiunto un nuovo accordo politico in tema di efficienza energetica. L’obiettivo condiviso prevede un 32,5% entro il 2030, con una clausola di revisione al rialzo entro il 2023.


Questo nuovo obiettivo dimostra, secondo quanto dichiarato nel comunicato diffuso dalla Commissione Europea, quanto il notevole ritmo di cambiamento delle nuove tecnologie e la riduzione dei costi derivanti dalle economie di scala, consentano di elevare il livello di ambizione dell’UE.

Utilità - Lo sapevi che

Il nuovo obiettivo infatti garantisce il conseguimento dell’equipaggiamento necessario alla transizione verso l’energia pulita ed al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dall’accordo di Parigi.


Nella sostanza l’accordo sancisce, oltre al nuovo obiettivo di efficienza energetica, l’estensione dell’obbligo annuale di risparmio energetico oltre il 2020 ed il rafforzamento delle norme sulla misurazione individuale e sulla fatturazione dell’energia termica. Per i consumatori finali si prevederanno, in conseguenza, diritti più chiari ed informazioni più frequenti e dettagliate con le quali comprendere e controllare al meglio le proprie spese energetiche.


L’intesa siglata comporta poi la richiesta agli stati membri di prevedere norme nazionali trasparenti in tema di allocazione del costo del riscaldamento, del raffreddamento e del consumo di acqua calda in particolare modo in tutti i casi in cui vi siano edifici multi-appartamento e multi-uso.

 

Ancora, il nuovo accordo, si propone di promuovere l’abbattimento delle barrire ad oggi esistenti sul mercato al fine di aumentare la sicurezza dell’approvvigionamento, la competitività delle industrie dell’UE e ridurre il peso delle bollette così da affrontare la problematica della povertà energetica sfruttando i benefici derivanti da crescita ed occupazione.


Il testo della direttiva, ora in attesa di approvazione formale da parte del Parlamento e del Consiglio europeo, verrà poi diffuso mediante Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea per entrare in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione. Agli stati membri il dovere di recepirne quanto in oggetto entro 18 mesi.

Vuoi restare aggiornato sui successivi sviluppi in tema di efficienza energetica? Utilità ti tiene sempre informato sui cambiamenti in atto nel mercato energetico, comunicandoti ogni nuova opportunità di risparmio per la tua attività. Clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter mensile e qui per seguirci su Facebook.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Invialo ai tuoi contatti Segnala questa pagina

 

e condividilo attraverso i nostri social

 

 

 

Inviaci un commento

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:



«Torna indietro

NEWSLETTER

Ogni mese novitą e approfondimenti utili sul mercato e su Utilitą

SERVIZIO CLIENTI

Un numero gratuito per assistenza sui servizi online, chiarimenti amministrativi e informazioni commerciali dedicate a Clienti, fornitori, partner e alle aziende interessate a diventarlo.
800 94 39 39
(da lunedì a venerdì,dalle 8 alle 20)

Se non sei ancora nostro Cliente scopri i prodotti e servizi di Utilità >

FORNITORE UNICO

Scegli Utilità per la tua fornitura di elettricità e gas.
Scopri l'offerta elettricità >
Scopri l´offerta gas >

CONVENZIONI

PARTNER

Utilità vuole potenziare la propria struttura commerciale.
Per saperne di più clicca qui >

NEWS CORRELATE

A fondo pagina trovi gli altri articoli correlati pił letti.
 
 

Bookmark and Share