Stampa questa pagina  Segnala questa pagina

Tingi di verde il tuo Natale


Dicembre 2017  -  Utilità


Con creatività e qualche accorgimento puoi ridurre l’impatto ambientale del tuo Natale. Scopri un breve vademecum di consigli green.

 

L’atmosfera natalizia non sarebbe la stessa senza addobbi, regali e tavole imbandite. Anche a Natale è però possibile adottare uno stile ecosostenibile senza rinunciare alle tradizioni, ecco un piccolo vademecum per ridurre il nostro impatto ambientale durante le festività:


1.Che albero sia
L’albero di Natale rappresenta una tradizione irrinunciabile in tutto il mondo. Se lo scegliamo vero favoriamo, nel caso il tronco venga privato delle radici, un disboscamento evitabile; se lo preferiamo finto ricorriamo nella maggioranza dei casi ad alberi prodotti con materiale plastico. La migliore soluzione potrebbe quindi derivare o dal riutilizzo di alberi finti usati o dal ricorso a reinterpretazioni creative del classico albero, in cartone riciclato o altro materiale ecologico.

Consigli di Utilità


2. Addobbi
Per la decorazione dell’albero e degli ambienti aziendali e domestici possiamo prediligere addobbi creati con materiali di recupero dando libero sfogo alla nostra fantasia. Ogni addobbo sarà unico ed il risultato esprimerà al meglio il nostro gusto e la nostra creatività.


3. Presepe
Anche per la rappresentazione della natività possiamo ricorrere a soluzioni green che non implichino l’acquisto di statuine in plastica o l’impiego di muschio vero, particolarmente importante per la tutela dell’ecosistema del sottobosco.


4. Illuminazione
Greenpeace afferma che l’energia prodotta per l’illuminazione natalizia potrebbe coprire il fabbisogno elettrico di una città di un milione di abitanti nell’ora di punta. Un dato allarmante che dovrebbe portarci ad accendere il nostro Natale con maggiore attenzione. Una scelta responsabile è ad esempio quella di ricorrere a luci natalizie a led, in grado di generare un risparmio pari a circa l’80% rispetto alle tradizionali o ancora, il ricorso alle più tradizionali candele in cera purché non contengano paraffina inquinante.


5. Carta da regalo
Anche nella scelta delle degli incarti per i nostri regali possiamo optare per soluzioni green, preferendo carta riciclata, ecologica e certificata. Anche in questo caso green fa rima con creatività, possiamo ad esempio riciclare scampoli di vecchie stoffe per ottenere confezioni regalo originali ed eleganti.


6. Acquisti in un click
Lo shopping natalizio può diventare stressante, in particolar modo se presuppone code in macchina nel traffico e lunghe attese in negozio. Una soluzione più green è quella di ricorrere allo shopping online, riducendo al minimo il numero di spedizioni necessarie alla consegna dei prodotti acquistati.

 

Un ultimo suggerimento, valido sia durante le festività che nel resto dell’anno, è poi quello di valutare il ricorso ad un fornitore di energia elettrica che vi garantisca l’impiego esclusivo di energia green certificata e prodotta da fonti rinnovabili, come nel caso di Utilità. Un’azienda attenta alla sostenibilità ambientale e certificata Zero CO2. Per maggiori informazioni sulle nostre proposte di fornitura contattaci cliccando qui.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Invialo ai tuoi contatti Segnala questa pagina

 

e condividilo attraverso i nostri social

 

 

 

Inviaci un commento

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:



«Torna indietro

NEWSLETTER

Ogni mese novitą e approfondimenti utili sul mercato e su Utilitą

SERVIZIO CLIENTI

Un numero gratuito per assistenza sui servizi online, chiarimenti amministrativi e informazioni commerciali dedicate a Clienti, fornitori, partner e alle aziende interessate a diventarlo.
800 94 39 39
(da lunedì a venerdì,dalle 8 alle 20)

Se non sei ancora nostro Cliente scopri i prodotti e servizi di Utilità >

FORNITORE UNICO

Scegli Utilità per la tua fornitura di elettricità e gas.
Scopri l'offerta elettricità >
Scopri l´offerta gas >

CONVENZIONI

PARTNER

Utilità vuole potenziare la propria struttura commerciale.
Per saperne di più clicca qui >

NEWS CORRELATE

A fondo pagina trovi gli altri articoli correlati pił letti.
 
 

Bookmark and Share