Stampa questa pagina  Segnala questa pagina

Il nuovo attestato di prestazione energetica: cosa cambia e quando serve


Maggio 2017  -  Utilità

 

La energy performance building directive introduce importanti novità nell’attestato di prestazione energetica. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste e quando è obbligatorio.

 

Nel 2002 il Parlamento Europeo ed il consiglio dell’Unione Europea hanno emanato una direttiva in tema di prestazioni energetiche (EPDB o Energy Performance Building Directive 2002/91/CE). In suo accoglimento il governo italiano ha varato una pluralità di decreti legge e normative, sia ribadendo le regolamentazioni precedenti in materia che introducendo alcuni elementi di novità.


Tra questi il più rilevante è indubbiamente l’introduzione di un nuovo Attestato di prestazione energetica (o APE) volto a migliorare la trasparenza del mercato immobiliare attraverso una certificazione oggettiva e trasparente delle caratteristiche energetiche dell’immobile.

Etichetta energetica

Ma andiamo con ordine, vediamo nello specifico quali sono le caratteristiche del nuovo attestato ed in quali casi è obbligatorio redigerlo.


Che cos’è il nuovo APE
Come anticipato il nuovo attestato costituisce un elemento di novità in termini di trasparenza in merito alle prestazioni energetiche di un immobile. Si propone di sostituire il vecchio ACE, o attestato di certificazione energetica, e prevede un'attenta analisi della climatizzazione invernale ed estiva, della preparazione dell’acqua calda ad uso igienico-sanitario e della ventilazione.
Grazie ad esso gli acquirenti di un immobile potranno valutarne con precisione i costi energetici attuali e futuri, stimandone i relativi margini di miglioramento.
Invece, per i proprietari che intendono eseguire interventi di efficientamento importanti ma poco visibili, quali ad esempio l’isolamento termico delle pareti, sarà possibile vederli, previo attestato, riconosciuti da un punto di vista fiscale.


Quando è obbligatorio
In caso di compravendita, donazione o affitto. In tutti i casi in cui siano avvenuti lavori di ristrutturazione che abbiano coinvolto più del 25% della superficie dell'involucro.

 

Cosa viene esaminato
Vengono attentamente analizzati tutti gli elementi in grado di determinare il consumo energetico. In particolare si verificano le condizioni di isolamento dell’edificio, determinate dalla struttura fisica della pareti e degli infissi; le caratteristiche degli impianti tecnici a disposizione all’interno dell’immobile, quali radiatori, stufe o caldaie; la fonte energetica che viene consumata, con diversa valutazione se rinnovabile, fossile o composta ad entrambe.

 

Chi può redigerlo
A redigere l’APE è una persona fisica o una società indipendente rispetto alla proprietà dell’immobile o alla sua progettazione e realizzazione, è un laureato iscritto all’albo professionale e dotato di specifica esperienza nell’ambito della progettazione di impianti ed edifici.

 

Ambiti di competenza e durata
Le caratteristiche dell’attestato, i criteri di classificazione energetica ed il modello di attestazione sono uniformi in tutto il territorio nazionale. L’APE ha poi validità decennale purché non si effettuino interventi in grado di modificare le prestazioni energetiche dell’edificio certificato e solo se si rispetta il calendario di controlli e revisioni previsto per gli impianti tecnologici presenti. Qualora un immobile disponga del vecchio ACE non sarà necessario provvedere all’APE prima dei termini di scadenza del precedente, purché le performance energetiche non siano cambiate.

 

Grazie all’APE ed ad una valutazione puntuale ed attenta della convenienza del proprio fornitore energetico sarà quindi possibile esaminare con attenzione i costi energetici attuali e futuri che si dovranno supportare procedendo nell’acquisto di un immobile.

 

Per maggiori informazioni sulla nostra proposta commerciale ed un preventivo gratuito e senza impegno contattaci. Se sei un cliente privato clicca qui, se invece vuoi richiedere un preventivo gratuito per la tua azienda clicca qui.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Invialo ai tuoi contatti Segnala questa pagina

 

e condividilo attraverso i nostri social

 

 

 

Inviaci un commento

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche:



«Torna indietro

NEWSLETTER

Ogni mese novitą e approfondimenti utili sul mercato e su Utilitą

SERVIZIO CLIENTI

Un numero gratuito per assistenza sui servizi online, chiarimenti amministrativi e informazioni commerciali dedicate a Clienti, fornitori, partner e alle aziende interessate a diventarlo.
800 94 39 39
(da lunedì a venerdì,dalle 8 alle 20)

Se non sei ancora nostro Cliente scopri i prodotti e servizi di Utilità >

FORNITORE UNICO

Scegli Utilità per la tua fornitura di elettricità e gas.
Scopri l'offerta elettricità >
Scopri l´offerta gas >

CONVENZIONI

PARTNER

Utilità vuole potenziare la propria struttura commerciale.
Per saperne di più clicca qui >

NEWS CORRELATE

A fondo pagina trovi gli altri articoli correlati pił letti.
 
 

Bookmark and Share